Il ritorno dello stato
“Un giorno che ci eravamo svegliati rosso intenso, mi è capitato sotto casa di imbattermi (nel senso letterale del termine) in un giovane signore con due mascherine e un fazzoletto al collo che scrutava in modo compulsivo il contapassi che aveva in mano, al punto da inavvertitamente franarmi addosso. Ricevute le sue scuse, non ho resistito dal chiedergli le ragioni di questo suo strano comportamento. “Se cammino devo mettere la FP2, se cammino veloce posso concedermi la chirurgica, se corro posso limitarmi allo scaldacollo. Ma come faccio a capire se sto camminando piano o veloce o se sto quasi correndo?” […]”

Tito Boeri – Direttore scientifico del Festival dell’Economia

continua a leggere l’editoriale qui

Articoli recenti

Eventi