Organizzazione, Lean Thinking e modelli 231

/
/
Organizzazione, Lean Thinking e modelli 231

Ogni azienda rappresenta un sistema costituito da un insieme di elementi collegati da vincoli di interdipendenza e coordinati per il raggiungimento di un determinato fine. Il sistema azienda è aperto, in quanto strettamente legato all’ambiente esterno di cui diviene parte integrante, e dinamico, poichè muta continuamente per adattarsi sia all’ambiente sia alle situazioni che si creano al suo interno.

Le differenti modalità di strutturazione degli attori e diverse combinazioni di meccanismi di coordinamento e di comunicazione interna definiscono la forma organizzativa dell’azienda. Per operare nel modo più razionale possibile e garantirsi condizioni ottimali di operatività, il “sistema azienda” deve dotarsi di una struttura organizzativa appropriata, coerente con i processi interni ed in grado di conferire ordine e stabilità in modo dinamico e flessibile.

Dream Srl fornisce consulenza alle aziende nello sviluppo del sistema organizzativo deputato a coordinare e gestire i rapporti che nascono tra le risorse che operano al loro interno, definendo ruoli e responsabilità ed attivando un efficace sistema di comunicazione e di circolazione delle informazioni.

Si tratta in fondo di implementare un sistema di gestione (che può essere orientato, a seconda degli ambiti di interesse, alla qualità, all’ambiente, alla sicurezza, alla sostenibilità) attraverso l’analisi e la mappatura dei processi, la definizione di ruoli e responsabilità e la condivisione di un metodo di gestione delle interrelazioni interne. Una volta definita la struttura organizzativa diventa fondamentale formalizzare procedure, istruzioni, modulistica e regolamenti che specifichino lo scopo e il campo di applicazione dei diversi processi interni per soddisfare le esigenze dei diversi stakeholders.

Un sistema organizzativo efficace è molto utile anche al fine di rispondere ai requisiti del D.Lgs. 231/01 che disciplina la responsabilità degli enti forniti di personalità giuridica e delle società e associazioni anche prive di personalità giuridica per gli illeciti amministrativi dipendenti da reato. In sostanza le società possono essere ritenute responsabili e sanzionate economicamente per i reati commessi nel loro interesse o a loro vantaggio da persone che rivestono funzioni di rappresentanza, di amministrazione o di direzione o da persone sottoposte alla direzione o alla vigilanza di questi, nel caso essi non abbiano agito nell’interesse esclusivo proprio o di terzi. Le società non sono chiamate a rispondere se provano di aver adottato ed efficacemente attuato, prima della commissione del fatto, modelli organizzativi e di gestione idonei a prevenire reati della specie di quello verificatosi e se il compito di vigilare sul funzionamento e l’osservanza dei modelli è stato affidato ad un organismo dotato di autonomi poteri di iniziativa e di controllo.

In quest’ambito specifico i consulenti Dream hanno maturato esperienza, anche attraverso partnership professionali specialistiche, nell’implementare e documentare modelli organizzativi 231.

Oggi, più che mai, il tema dell’efficacia dei processi, da sempre focus dell’azione dei sistemi organizzativi, si integra e completa con il tema dell’efficienza, ovvero la capacità di gestire i processi minimizzando le risorse a ciò destinate e dunque massimizzandone il valore generato. Solo in questo modo l’azienda è in grado di reggere la sempre crescente concorrenza e mettere a valore tutto ciò che è in grado di generare.

È in quest’ottica che diventa fondamentale la riflessione ed il confronto con il LEAN THINKING, il pensiero snello, la cultura organizzativa focalizzata sul valore, sulla riduzione degli sprechi, sull’ordine e sul monitoraggio continuo.

Anche sulla LEAN i professionisti Dream hanno maturato esperienza e sono in grado, anche attraverso partnership consolidate con professionisti che da un decennio lavorano ed implementano sistemi di gestione LEAN oriented, di supportare le organizzazioni in progetti orientati all’efficienza, alla riduzione degli sprechi e, più in generale, alla generazione del valore.

Tutto ciò attraverso progetti che prevedono il forte coinvolgimento e la partecipazione delle figure interne all’organizzazione, a partire dalle figure di responsabilità, nella profonda convinzione che l’efficacia e l’efficienza organizzativa passano prima di tutto dalle persone, dagli operatori che quotidianamente operano in azienda e sono chiamati ad attuare e a mettere in pratica i diversi strumenti organizzativi. Solo attraverso il coinvolgimento, la partecipazione attiva e la motivazione delle persone che operano in azienda i progetti di riorganizzazione e di implementazione di sistemi di gestione orientati alla qualità, all’ambiente, alla sicurezza possono raggiungere gli obiettivi previsti e garantire stabilità e costanza nel tempo.